Top

Tracce di hashish nelle urine di una bimba di 16 mesi: indagato il padre

La piccola, che era giunta in ospedale, assente e in ipotermia, adesso sta meglio. Indagato il papà che ha ammesso di essere un consumatore occasionale di cannabis ma mai in presenza della piccina

L'ingresso dell'ospedale Maggiore di Bologna
L'ingresso dell'ospedale Maggiore di Bologna

globalist

16 Novembre 2017 - 17.21


Preroll

Era assente, non faceva che dormire, e in ipotermia. In queste condizioni una bambina di 16 mesi è stata portata ieri all’ospedale Maggiore di Bologna dal padre, un uomo di 39 anni. Dopo tutte le analisi del caso è stata riscontrata la presenza di cannabis nelle urine. Le condizioni di salute della piccola, che potrebbe aver ingerito la sostanza stupefacente, sono in miglioramento.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Il padre è stato denunciato per lesioni colpose: ha ammesso di essere un consumatore occasionale di hashish precisando comunque di non averlo mai fumato in presenza della piccola. Né, in effetti, a casa dell’uomo sono state trovate tracce di stupefacenti. Il 39enne è stato indagato, dal procuratore aggiunto di Bologna, Valter Giovannini per lesioni colpose, un reato di competenza del giudice di pace e procedibile solo a querela da parte della madre.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile