Top

Anna Frank con la maglietta della Roma. Vergogna antisemita degli ultras laziali

Gli adesivi sono stati attaccati in Curva Sud ieri, durante Lazio-Cagliari, visto che la Nord era stata squalificata per cori razzisti.

Antisemitismo in Curva Sud, a Roma
Antisemitismo in Curva Sud, a Roma

globalist

23 Ottobre 2017 - 16.08


Preroll

Anna Frank con la maglietta giallorossa, della Roma. E decine di adesivi attaccati allo stadio Olimpico, in Curva Sud. Sarebbe un’azione riprovevole e vergognosa degli ultras della Lazio. Gli adesivi sono accompagnati dagli sticker degli Irriducibili, altri adesivi recitano: “Romanista Aronne Piperno”, l’ebanista giudeo del Marchese del Grillo. A denunciare sui social l’accaduto i tifosi romanisti.
Le frange estreme del tifo biancoceleste, una minoranza rispetto a una tifoseria che va allo stadio solo per applaudire il grande team guidato da Simone Inzaghi, hanno attccato queste insegne allucinanti durante la sfida tra la Lazio e il Cagliari.
La beffa è che i tifosi della Lazio hanno occupato la curva sud (tradizionalmente romanista) dopo la squalifica per razzismo della curva nord (tradizionalmente della Lazio) e cambio di posto era stato reso possibile grazie alla promozione “We fight racism” organizzata dalla società sportiva Lazio che da molti anni è impegnata in iniziative anti-razziste e di solidarietà, che sono sistematicamente boicottate da poche centinata di fascisti e nazistelli che non perdono occasione per vomitare il loro squallore e mostrare fieramente il loro razzismo nazistoide.

OutStream Desktop
Top right Mobile

La presidente della comunità ebraica di Roma, Ruth Dureghello, ha denunciato l’accaduto su Twitter: “Questa non è una curva, questo non è calcio, questo non è sport. Fuori gli antisemiti dagli stadi”.
I tifosi della Lazio non potevano accedere alla Curva Nord, cuore del tifo biancoazzurro, perché – come detto – era stata disposta la squalifica del settore dopo i cori razzisti di alcuni fan durante la sfida contro il Sassuolo. Gli adesivi e i volantini offensivi sono stati rimossi dagli addetti alle pulizie dello stadio in vista della gara di mercoledì 25 della Roma contro il Crotone.
La Lazio in visita alla sinagoga

Middle placement Mobile

“Domani a mezzogiorno il presidente Lotito, con una delegazione della Lazio, porterà una corona di fiori di fronte alla sinagoga” per esprimere la propria condanna contro gli adesivi antisemiti affissi in Curva Sud. Ad annunciarlo è stato Arturo Diaconale, responsabile comunicazione della società biancoceleste, che, in un’intervista a “Radio Radio Tv”, non ha escluso che i giocatori possano anche entrare in campo con l’immagine di Anna Frank sulla maglietta.
Rispondendo a una domanda in tal senso degli intervistatori, Diaconale ha spiegato: “Non so se è tecnicamente possibile, ritengo si debba chiedere un permesso ma io credo che manifestare la propria condanna sia assolutamente necessario. La Lazio mantiene questa posizione da sempre e si sente danneggiata da comportamenti che sono o sconsiderati o peggio”.

Dynamic 1

“La reazione della società è di condanna di ogni forma di razzismo, condanna che la Lazio ha sempre espresso in passato e ribadisce oggi di fronte a questa manifestazione”, ha detto Diaconale, sottolineando come “queste forme di deplorevole antisemitismo siano state compiute all’interno di un’iniziativa, quella della curva sud a un euro, che era stata motivata proprio con la condanna del razzismo”.
“L’intera curva si è comportata correttamente, confermando lo spirito dell’iniziativa”, ha precisato, bollando l’accaduto come “atto di pochi sconsiderati o peggio di qualcuno che ha l’interesse di danneggiare la squadra” e chiedendo che si faccia “chiarezza su chi sono i responsabili, che provocano innanzitutto un danno alla società e ai tifosi”. In particolare, Diaconale ha evidenziato come “sia impossibile per la società esercitare un controllo sui singoli tifosi”, e tanto più “su infiltrati che vogliono danneggiare società”.
Inchiesta della procura federale
L’episodio degli adesivi antisemiti nella curva Sud dell’Olimpico, occupata dai tifosi della Lazio è ora al vaglio della procura Figc. Il procuratore federale Giuseppe Pecoraro, una volta analizzata la vicenda, deciderà come procedere. E’ probabile l’apertura di un’inchiesta che potrebbe portare a un deferimento del club biancoceleste.
Il presidente della regione Lazio, Zingaretti: basta ignoranza e revisionismo
“Da campo di sterminio di Treblinka, osservare quello che sta accadendo sulla figura di Anna Frank a Roma non può che provocare ancor più indignazione. Siamo qui per la prima volta con 120 professori di Roma e del Lazio per contrastare ogni forma di ignoranza e revisionismo e rilanciare il ruolo della scuola in questa battaglia”. Così il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, nel corso di un Viaggio della Memoria riservato ai professori di storia nei luoghi della Shoah e commentando gli adesivi antisemiti comparsi ieri allo Stadio Olimpico.
Fratoianni: insopportabile oltraggio.

“Un’Insopportabile oltraggio degli ultrà. Invece di prendersela con i poveracci, Minniti e il Viminale si adoperino a stroncare una volta per tutte questi gruppi neofascisti violenti e pure ignoranti.
Lo dovrebbero imparare a memoria il Diario di Anna Frank altro che mettere adesivi ….”
Lo afferma Nicola Fratoianni segretario nazionale di Sinistra Italiana

Dynamic 2

Boldrini: rispondere con durezza al razzismo
La vicenda degli adesivi con la foto di Anna Frank usati dagli ultrà della Lazio richiede una risposta dura. Lo scrive su twitter la presidente della Camera Laura Boldrini.

Dice la Boldrini: “Preoccupazione per antisemitismo negli stadi, rispondere con durezza. Sottovalutare è darla vinta a razzisti. Solidarietà alla comunità ebraica”.

Dynamic 3

Tavecchio (Figc) atteggiamento inqualificabile
Volantini antisemiti offendono una comunità e tutto il nostro Paese. E’ un atteggiamento inqualificabile”. Così il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, a margine della consegna delle ‘Stelle al Merito Sociale’ al teatro Dal Verme di Milano, commenta le scritte antisemite apparse ieri sera allo stadio Olimpico di Roma durante la partita Lazio-Cagliari.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile