Top

Expo, il sindaco di Milano Sala rinviato a giudizio per falso ideologico

Per la Procura resta in piedi l'accusa di falso per la sostituzione di un componente della commissione aggiudicatrice dell'appalto Piastra, decade invece la turbativa d'asta

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala
Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala

globalist

19 Settembre 2017 - 15.31


Preroll

La procura generale di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio del sindaco di Milano Giuseppe Sala e di altri indagati nell’indagine sulla ‘Piastra’ di Expo, l’infrastruttura principale della manifestazione. Sala, all’epoca dei fatti era ad della società dell’Esposizione universale.
Rispetto alla chiusura delle indagini del 23 giugno scorso, cade una delle due ipotesi di reato contestate a Sala, quella di turbativa d’asta. Resta invece in piedi l’ipotesi di falso per le modalità con cui nel 2012 la società sostituì un componente della commissione aggiudicatrice dell’appalto sulla ‘Piastra’. Secondo le accuse, mosse dalla Procura generale guidata da Roberto Alfonso, Sala avrebbe retrodatato due verbali di nomina “della commissione aggiudicatrice” della gara con “l’intento di evitare di dover annullare la procedura fin lì svolta” anche per il “ritardo” che si era già accumulato sui “cronoprogrammi” dell’Expo.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile