Top

A Calais battaglia tra agenti e migranti dopo l'assalto ai camion diretti in Gran Bretagna

Una sessantina di clandestini rintracciati dalla polizia francese. Smantellate barricate sull'autostrada 16

Scontri tra migranti e polizia a Calais
Scontri tra migranti e polizia a Calais

globalist

3 Settembre 2017 - 10.15


Preroll

Violenti scontri, sulla circonvallazione di Calais, tra alcune decine di migranti, che stavano tentando di salire su camion diretti in Gran Bretagna, e la polizia che è intervenuta con durezza per bloccarli. I migranti, stando ad una ricostruzione fornita dalle forze di polizia, per cercare di salire sui mezzi pesanti diretti sull’altro versante della Manica, hanno approfittando dei rallentamenti provocati dall’ingorgo in uscita da Calais dopo la decisione delle autorità inglesi si aprire solo nove dei quattordici varchi utilizzati di solito. A rendere difficile lo smaltimento degli automezzi è stato anche il fatto che nel porto francese ne è giunto un numero molto più alto del previsto. Per disperdere i migranti  è intervenuta la Crs (il reparto mobile della gendarmeria francese) che ha inseguito e bloccato i migranti in quella che un responsbaile della sicurezza ha definito ”una partita tra il gatto ed il topo”.
Nel corso dei disordini c’è stata anche una sassaiola, che ha provocato il ferimento di tre agenti, secondo quanto ha riferito all’Afp una fonte sindacale.
I migranti che erano comunque riusciti a salire sui mezzi pesanti sono stati rintracciati dagli agenti grazie alle segnalazioni degli automobilisti in fila in attesa di imbarcare.
La tensione  si è spostata sull’ autostrada A16, dove si trovano ora altri gruppi di migranti, una sessantina in tutto. Nella notte tra venerdì e sabato la stessa A16 era stata bloccata da barricate erette dai migranti per costringere i camionisti a fermarsi e, quindi, nascondersi nei pianali degli automezzi. Barricate che sono state già smantellate dalla polizia.
I tentativi di raggiungere la Gran Bretagna, come ormai prassi, si moltiplicano nelle giornata di maggiore traffico di automezzi – soprattutto pesanti – in transito ed erano molto più frequenti, sino allo scorso anno, quando fu smantellata la cosiddetta ”Jungle de Calais”, dove avevano trovato precario rifugio migliaia di migranti in attesa di potere attraversare illegalmente la Manica. Nei giorni scorsi si è registrato un ennesimo picco della tensione nella comunità composita dei migranti, con degli scontri cruenti tra circa 150 africani ed afghani, conclusisi con un bilancio di 21 feriti.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage