Top

No ai vaccini obbligatori: 130 famiglie altoatesine chiedono asilo in Austria

Dalla provincia autonoma un appello a Mattarella: non lasceremo avvelenare i nostri bambini

Vaccini
Vaccini

globalist

9 Giugno 2017 - 09.02


Preroll

Sono 130 le famiglie altoatesine che hanno chiesto “asilo” in Austria per evitare le vaccinazioni obbligatorie ai loro bambini. «I genitori hanno già scritto al presidente italiano Sergio Mattarella, a quello austriaco Alexander Van der Bellen, come anche al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite di Ginevra», ha detto l’attivista no vax Reinhold Holzer all’agenzia stampa italiana. «Di certo – ha aggiunto – non avveleneremo i nostri bambini. Asilo non chiede solo chi scappa da una guerra, ma anche chi si vede privato dei diritti umani».

OutStream Desktop
Top right Mobile

Secondo Holzer, «i vaccini sono una carneficina chimica ai danni dei nostri figli». Sono soprattutto altoatesini che vivono nei pressi del confine – come Vipiteno, Bressanone e la alta val Venosta – «che intendono trasferirsi in Austria per non dover vaccinare i loro figli oppure rischiare multe salatissime», ha spiegato Holzer

Middle placement Mobile

 

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage