Allarme terrorismo anche in Sicilia: si indaga su cellule islamiste

Il procuratore generale. sono emersi processi di radicalizzazione nei centri per immigrati. Anche un caso di ordinanza di custodia cautelare per un pakistano.

Controlli su immigrati

Controlli su immigrati

globalist 11 aprile 2017

Sono emersi processi di radicalizzazione di alcuni soggetti nei centri per immigrati e, attraverso monitoraggi della Polizia postale, sono state trovate sul web tracce di questi processi. Vi sono indagini in corso e non posso dire altro". Queste le dichiarazioni del procuratore generale di Caltanissetta, Sergio Lari, mentre scatta anche nel Nisseno, per le festività pasquali, il piano antiterrorismo del ministero dell'Interno.


Secondo il magistrato, l'allarme terrorismo "è concreto. Il Nisseno è un territorio delicato, ma parlo anche di Enna. Vi è la presenza di numerosi centri di accoglienza e di uno dei pochi Cie che accoglie soggetti scarcerati. In un caso si è arrivati a un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un pakistano che ci risulta aver fatto parte di un'organizzazione terroristica sunnita".