Salviamo il Salento: protesta comune di No Tap e movimento di Avetrana

Giornata di manifestazioni e flash mob per sensibilizzare l'opinione pubblica

Manifestazione ad Avetrana

Manifestazione ad Avetrana

Fulvio Colucci 31 marzo 2017

Anche una delegazione del Comune di Melendugno, contrario alla costruzione del gasdotto Tap, parteciperà alle iniziative del “Movimento unitario intercomunale di protesta popolare contro l’allocazione del depuratore dei comuni di Sava e Manduria”. Sono in corso una serie di flash mob e presidi informativi del movimento per sensibilizzare l’opinione pubblica e raccogliere l’adesione al corteo di protesta in programma oggi pomeriggio nella cittadina della provincia di Taranto.
Il movimento chiede lo stop definitivo ai lavori di costruzione del depuratore nella zona di Urmo Belsito e lo spostamento dell’impianto in un’altra zona riducendo l’impatto ambientale.  Già la scorsa settimana è avvenuto nel cantiere l’espianto dei primi ulivi tra le proteste popolari e l’intervento delle forze dell’ordine. La vicenda rievoca quella delle manifestazioni “no Tap” in corso a Melendugno e, anzi, un filo rosso lega le due vicende.
Nel video girato da Martina Tarantini si vede l’organizzazione della giornata di protesta ad Avetrana "che tanto ricorda le manifestazioni di 35 anni fa contro la costruzione della centrale nucleare, nel 1982. Il no del paese contribuì in modo decisivo alla decisione del governo di fare marcia indietro evitando così la compromissione del territorio".