Top

Giovanardi contro Cucchi e Uva: alimentano campagne d'odio

Il senatore contro la presenza in tv delle familiari dei due uccisi: nessuno difende i servitori dello Stato

Stefano Cucchi
Stefano Cucchi

globalist

27 Gennaio 2017 - 18.41


Preroll

Siamo al solito Giovanardi. Che ha sempre una parola cattiva per le persone morte dopo l’arresto. Ora il nostro è tornato: “La campagna d’odio contro i carabinieri sta dando i suoi inevitabili frutti avvelenati. Minacce di morte, lettere con escrementi, insulti ai familiari e, per ultimo, la casa devastata al maresciallo Roberto Mandolini, a cui esprimo tutta la mia solidarietà. Stiamo parlando, per il caso Uva, di carabinieri già assolti dalle accuse loro rivolte e, nel caso Cucchi, di carabinieri addirittura non ancora rinviati a giudizio. Ciononostante, anche questa sera, sulla Tv di Stato, saranno Lucia Uva e Ilaria Cucchi, proprio quelle che hanno postato le foto di carabinieri indicandoli come assassini, a intervenire per l’ennesima volta, senza nessun tipo di contraddittorio e senza che nessuno dia mai voce alla difesa dei servitori dello Stato”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Questo quello che ha scritto in una nota il senatore di “Idea” Carlo Giovanardi. Che ha dimenticato di dire che lui è uno dei principali difensori dei poliziotti condannati per la morte di Aldrovandi.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage