Top

Lavoratori vittime dell'amianto: 18 indagati nell’inchiesta Olivetti bis

Dopo le condanne in primo grado a luglio, la procura di Ivrea mette di nuovo sotto accusa Carlo e Franco De Benedetti per la morte di 11 operai.

Processo Olivetti
Processo Olivetti

globalist

11 Novembre 2016 - 10.58


Preroll

Dopo la fine del primo processo, terminato a luglio con 13 condanne e 4 assoluzioni, è già tempo di prepararsi al processo Olivetti bis per i nuovi casi di morti e ammalati da esposizione all’amianto. La procura di Ivrea ha presentato al tribunale la proroga del termine delle indagini preliminari per l’inchiesta Olivetti bis. Sono indagate 18 persone per 15 casi di mesotelioma pleurico negli stabilimenti del gruppo Olivetti. In 11 casi si è purtroppo verificato anche il decesso di ex operai o impiegati quasi tutti nel corso del 2016.
Tra i diciotto indagati, molti dei quali già condannati in primo grado, a lugliofigurano nuovamente Carlo e Franco De Benedetti, l’ex ministro Corrado Passera e Roberto Colaninno, assolto in primo grado per il solo caso di lesioni per il quale era imputato. Tra i nomi nuovi quello dell’ex deputato Ds Giorgio Panattoni, 79 anni.«L’impressione – ha dichiarato Laura D’Amico, avvocato della Fiom Cgil, il sindacato che si era costituito parte civile nel primo processo – è che seguiranno un Olivetti ter e un Olivetti quater, un po’ come sta accadendo nel Verbano per il processo Montefibre».
 Le accuse, a vario titolo, sono di omicidio colposo e lesioni colpose in concorso. Le indagini si chiuderanno ad aprile del prossimo anno.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Nel frattempo le parti stanno lavorando al ricorso in appello dopo le condanne di primo grado. C’è tempo fino al 28 novembre. Tomaso Pisapia, l’avvocato di Carlo De Benedetti, ha detto: «Impugneremo certamente» . Anche Claudio D’Alessandro, difensore dei due ex dirigenti, Renzo Alzati e Barbera Demonte, farà appello. «Ci saremo, naturalmente, per chiedere conferma delle condanne ma ancora non sappiamo se faremo appello per rivendicare le provvisionali», ha invece fatto sapere l’avvocato del comune di Ivrea, Giulio Calosso.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile