Colpo contro la 'Ndrangheta: 7 arresti

Le indagini hanno evidenziato l'esistenza di un cartello che condizionava rilenvanti settori dell'economia cittadina. In manette imprenditori e dipendenti pubblici.

Operazione Fata Morgana della Guardia di Finanza di Reggio Calabria

Operazione Fata Morgana della Guardia di Finanza di Reggio Calabria

globalist 10 maggio 2016


Sette persone legate alla 'ndrangheta sono state arrestate a Reggio Calabria: sono imprenditori, dipendenti pubblici e professionisti legati alla cosca mafiosa. L'operazione "Fata Morgana" ha portato quindi al sequestrati di società e beni per un valore complessivo di oltre 34 milioni di euro.

 

L’inchiesta ha portato alla luce un vero e proprio sistema criminale che aveva la capacità di indirizzare le sorti di rilevanti settori dell’economia cittadina, con particolare riferimento alla grande distribuzione alimentare, sfruttando anche la compiacenza di pubblici amministratori «al fine di ottenere, tra l’altro, l’illecita percezione di profitti». Nell’ambito dell’operazione, sono state effettuate oltre trenta perquisizioni.

 

I reati ai sette arrestati sono infatti associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione, intestazione fittizia di beni, aggravati dalle modalità mafiose. I dettagli dell’operazione sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa alla presenza del capo della Procura della Repubblica di Reggio Calabria Federico Cafiero de Raho.