Francesco: non giudicate gli altri, siamo tutti peccatori

Il Papa ai fedeli riuniti in Piazza San Pietro: Davanti agli occhi di Dio, siamo tutti peccatori e siamo tutti bisognosi di perdono.

L'Angelus di Papa Francesco

L'Angelus di Papa Francesco

Desk2 7 settembre 2014
«Gesù ci ha detto di non giudicare: in realtà, davanti a Dio, siamo tutti peccatori e bisognosi di perdono». Papa Francesco lo ha ricordato ai fedeli, riuniti in piazza San Pietro per la tradizionale recita dell'Angelus domenicale. Il Papa ha spiegato che «la correzione fraterna è un aspetto dell'amore e della comunione che devono regnare nella comunità cristiana, è un servizio reciproco che possiamo e dobbiamo renderci gli uni gli altri. Ed è possibile ed efficace solo se ciascuno si riconosce peccatore e bisognoso del perdono del Signore».





Prima di salutare i fedeli, Francesco ha voluto aggiungere un'altra considerazione in merito a questo tema: «La stessa coscienza che mi fa riconoscere lo sbaglio dell'altro, prima ancora mi ricorda che io stesso ho sbagliato e sbaglio tante volte» ha concluso il Papa.