Top

Linosa e Lampedusa senza aliscafi: la protesta dei sindaci

È andata deserta anche l'ultima gara per appaltare il servizio. Difficoltà anche a Ustica e Pantelleria

Linosa e Lampedusa senza aliscafi: la protesta dei sindaci

Desk2

20 Giugno 2015 - 16.42


Preroll

Sempre più difficile, in Sicilia, la vita per chi vive nelle isole minori. E gravissime sono le ripercussioni sul turismo. A pagare di più è Linosa: senza collegamenti veloci perché è andata deserta anche l’ultima gara per appaltare il servizio. Gara che era stata aperta agli operatori del settore di tutta Europa.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Se Linosa piange, Ustica non ride. Difficoltà anche per Lampedusa e Pantelleria che, però, possono contare sugli aerei, e non è poco. Ieri la comunità di Linosa ha invitato alcuni deputati del M5S, domani, nell’isola per constatare la gravità della situazione.Ieri si è deciso, anche, di cominciare lo sciopero da domenica.

Middle placement Mobile

E questa volta, tutti insieme, tramite il delegato sindaco, hanno chiesto al sindaco, Giusi Nicolini di farsi “ostaggio” volontario con tutta la popolazione della più piccola delle Pelagie.Nicolini dovrebbe arrivare mercoledì a Linosa, dopo che venerdì, con i sindaci delle altre isole minori, ha partecipato ad una riunione in regione per avviare un piano B in assenza di operatori disposti a farsi carico del trasporto veloce.

Dynamic 1

L’assemblea di Linosa ha registrato momenti di tensione e diversi interventi all’insegna della provocazione. Nell’isola, molte case sfitte, la casa residenza Linoikos con pochi ospiti, bar e negozi chiusi per assenza di clienti, Così i barcaioli e i pescatori. “In questo mare – ha detto, provocatoriamente, un linosano – gli unici ad assicurare il servizio sono gli scafisti…”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage