Top

Mafia Capitale, Dado e la "società dei MagnaMagna"

Il comico romano scrive una canzone che parla dei recenti fatti di cronaca che hanno interessato la città. "Pe falla corta, per falla breve, uno per volta ce se stanno a beve".

Mafia Capitale, Dado e la "società dei MagnaMagna"

redazione

14 Dicembre 2014 - 12.22


Preroll
di Claudio Bellumori

Mafia Capitale finisce in una canzone. Quella di Dado (vero nome Gabriele Pellegrini). Il comico romano, venerdì scorso al Tg5, porta in video l’inedita società dei MagnaMagna, che riprende la più famosa “Società dei magnaccioni”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Ogni frase è ficcante: “Fatece largo che passamo noi, i galeotti de ‘sta Roma Bella, semo mafiosi senza protocollo per questo noi se famo intercetta’” e “ma che ce frega, ma ce c’emporta se il clandestino sta in mezzo all’acqua”. Ma anche anche “noi semo quelli che hanno ricoperto d’oro i funzionari agli sportelli”ce “la vera mafia scrive i pizzini, a noi ce piace telefona”.
Per poi concludere “Pe falla corta, pe falla breve, uno per volta ce se stanno a beve”.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage