Top

Agrigento, nel bilancio gli impianti di risalita

Sembra uno scherzo: la città è disastrata come impianti sportivi e non è certo una stazione sciistica

Agrigento, nel bilancio gli impianti di risalita

Desk3

15 Novembre 2014 - 16.11


Preroll
di Tancredi Omodei

Dunque, 492mila euro per pagare piscine, campi da tennis, campi di pattinaggio e… “impianti di risalita”. Impianti di risalita? Probabile, normale, se la tabella di spesa fosse relativa al bilancio di un centro sciistico. Paradossale se ci si trova ad Agrigento, in Sicilia, dove di bianco, in pieno inverno, ad annunciare tradizionalemnte la primavera c’è soltanto quello dei petali di mandorlo. Eppure è accaduto, in omaggio a Pirandello e al nostro contemporaneo Andrea Camilleri. Per tenere fede al gusto del paradosso, e al filo di follia.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Il dirigente del settore “Servizi finanziari”, Giovanni Mantione, ha infatti approvato lo scorso 10 novembre il prospetto dimostrativo delle entrate e delle spese relative ai servizi pubblici “a domanda individuale” del bilancio di previsione dell’anno 2014. Si dice così in stretto linguaggio burocratico.
E’ la tabella propedeutica alla stesura del bilancio viene pubblicata sull’albo pretorio del Comune. Qualche giorno fa, la ghiotta e buffa notizia è stata ripresa ripresa dal quotidiano “La Sicilia”. Nella tabella, vengono citate tutte le spese e le entrate relative ai servizi forniti dal Comune, e tra le voci elencate nel prospetto – asili nido, parcheggi custoditi, trasporti funebri e mense scolastiche – ecco che compare quella riguardante gli “impianti di risalita”, quelli familiari e indispensabili agli sciatori nelle località sciistiche per passare da una stazione ed un’altra.

Middle placement Mobile

Ritenendo che gli impianti di risalita in questione ad Agrigento non siano stati pensati per superare più facilmente le tante scalinate del vecchio centro storico, anche perchè degradato e in progressivo abbandono, il tutto appare un involontario scherzo e un altrettanto involontario insulto ad una città che ha fame di servizi, e di servizi che funzionino.Paradosso nel paradosso, Agrigento è una città con una situazione davvero disastrata in tema di impianti sportivi. Il vecchio stadio di calcio inadeguato, un campetto in periferia che sembra quello in bianco e nero delle periferie romane sui quali correva Pasolini, una piscina chiusa… In questo quadro, quella voce “impianti di risalita” sembrano più che altro un’ironico commento sullo stato delle cose in città. Agli ultimi posti di molte graduatorie, e con l’urgenza di risalire.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage