Top

Egitto, britannico condannato a morte per traffico di cannabis

Oltre alla pena capitale anche una multa di un milione di euro per il cittadino britannico che si trovava a Hurgada.

Egitto, britannico condannato a morte per traffico di cannabis

Desk2

3 Giugno 2013 - 20.03


Preroll

da Londra
Francesca Marretta[/b]

OutStream Desktop
Top right Mobile

Charles Raymond Ferndale, britannico, 74 anni, laureato ad Oxford, è stato condannato dal tribunale di Hurgada, nota località turistica sul Mar Rosso egiziano, alla pena di morte per traffico di cannabis assieme a tre complici delle Seychelles di 28, 27 e 41 anni.

Middle placement Mobile

Un 44enne pakistano componente del gruppo riuscì a fuggire prima dell’arresto, avvenuto nel 2011 a bordo di una nave nei pressi del porto di Marsa Alam sul Mar Rosso. La droga del valore di oltre tre milioni di euro proveniva dal Pakistan. L’imbarcazione batteva bandiera delle Seychelles.

Dynamic 1

La sentenza di morte, accompagnata da una multa di quasi un milione di euro, è stata emessa il 7 aprile e ma confermata oggi.

Il Ministero degli Esteri di Londra ha poche ore fa emesso un comunicato annunciando che sarà fatto tutto il possibile per evitare l’esecuzione della condanna. La legge egiziana prevede in questo caso la possibilità di appello, ma coi Fratelli Musulmani al potere, che devono dar conto alla componente salafita (visione estremamente conservativa dell’Islam) nel paese, non si può escludere che si opti per “il buon esempio”.

Dynamic 2

La decisione del tribunale di Hurgada la dirà lunga sul corso intrapreso dal nuovo Egitto.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage