Top

Il prefetto vuole incontrare il prete anticamorra

Dopo le polemiche per la sua sfuriata e la dura lettera ricevuta da don Patriciello, ora De Martino si dice pronto a un confronto: «Non volevo impedirgli di parlare».

Il prefetto vuole incontrare il prete anticamorra

Desk

22 Ottobre 2012 - 09.50


Preroll

E ora, visto il polverone e le critiche che si è attirato, il prefetto di Napoli Andrea De Martino si dice pronto a incontrare don Patriciello, parroco di Caivano, vicino a Napoli, che da anni lotta contro la camorra, «per confrontarsi, al di la delle polemiche, sul lavoro svolto insieme da tutti, sugli obiettivi comuni che sono gli stessi che il sacerdote evoca nella lettera».

OutStream Desktop
Top right Mobile

Il gesto, che vorrebbe essere di distensione, arriva dopo le numerose polemiche scatenatesi all’indomani del duro rimprovero da parte del funzionario dello stato nei confronti del sacerdote colpevole, secondo De Martino, di essersi rivolto al prefetto di Caserta Carmela Pagano chiamandola «signora» e non «eccellenza». Questa disattenzione del parroco è stata sufficiente per mandare su tutte le furie il prefetto di Napoli.

Middle placement Mobile

De Martino, dopo aver ricevuto una lettera molto dura da parte del sacerdote, vuole proporgli un incontro perchè intende chiarire «che non aveva alcun proposito di impedirgli di parlare tant’è che era stato lui stesso a volere fortemente estendere il tavolo sulla lotta ai roghi alla partecipazione dei comitati dei cittadini e di Don Patriciello ben conoscendo l’importante contributo che avrebbero potuto dare». Il sacerdote ribadisce: «Anche io sono pronto ad incontrare il prefetto e a stringergli la mano. Mi dispiace per tanto clamore. Ora bisognerà continuare a lavorare insieme, come finora fatto».

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage