Top

Scola: la vita va difesa, ma senza accanimento

Il vescovo di Milano, in visita all'istituto nazionale dei tumori, torna indirettamente sulla morte del Cardinal Martini.

Scola: la vita va difesa, ma senza accanimento

redazione

11 Settembre 2012 - 17.06


Preroll

“L’accanimento terapeutico va sempre escluso, rispettando il valore supremo della vita e aspettando che ogni paziente trovi la sua morte personale”. Parola dell’arcivescovo di Milano, Angelo Scola che, a margine di una visita all’istituto nazionale dei tumori, torna indirettamente sulla morte del Cardinal Martini.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Una volta che la vita è voluta, difesa, affermata fino in fondo, non può non essere la volontà del paziente, del medico, dei familiari ad entrare in gioco, caso per caso – ha aggiunto – questa mia affermazione non va relativizzata: la vita va difesa fino all’ultimo alito”.

Middle placement Mobile

Il cardinale, che ha incontrato bambini e ragazzi ricoverati nel reparto di pediatria oncologica, ha, inoltre, elogiato il lavoro che si svolge nella struttura: “Questo istituto è una realtà di eccellenza, un fattore di grande civiltà per la città”. I piccoli pazienti, dai 2 anni di età fino alle superiori, hanno anche giocato a biliardino con il cardinale e gli hanno regalato un disegno con il proprio ritratto.

Dynamic 1

In precedenza, il porporato aveva incontrato il pubblico dell’aula magna della struttura, dove lo attendevano circa 200 persone, tra pazienti, medici, infermieri e operatori. “Nel momento della malattia, l’uomo si pone domande sul significato della vita. A volte la clinica non basta, deve essere mediata dal rapporto interpersonale. Ed è quello che succede in posti come questo”, ha detto Scola.

Il cardinale ha affrontato anche questioni più concrete, come quella delle cure palliative: “Il tema va affrontato a partire non dall’ideologia, ma dalla pratica, dal bisogno dei pazienti”. Un riferimento anche sulla scarsità di investimenti nella ricerca: “E’ un problema che attanaglia il nostro Paese da tanti anni: mi auguro che si diffonda una nuova cultura politica”.

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage