Top

Le battaglie perdute e il colosso del calcio

Riflessione sugli Europei e sulla battaglia civile per denunciare lo sterminio dei cani in quei posti dove si festeggia il calcio e il suo potere. [Antonio Cipriani]

Le battaglie perdute e il colosso del calcio

Antonio Cipriani

25 Giugno 2012 - 12.20


Preroll

di Antonio Cipriani

OutStream Desktop
Top right Mobile

Middle placement Mobile

Le battaglie civili sono fatte apposta per essere perdute continuamente. Per essere atti di resistenza e testimonianza, esercizio eretico di verità. Ma è in questo perdere e testimoniare, in questo mostrare una possibilità, una luce, un diritto nascosto e ignorato, che cambia il mondo. Nella lunga durata, perdendo e riperdendo, si costruisce una strada per un avanzamento della storia.

Dynamic 1

Per questo, mentre cammino per Milano e sento abbaiare un cane lontano, e vedo in un caffè di passaggio le immagini del calcio giocato degli Europei in Ucraina, penso alla battaglia persa dei cani massacrati. All’indegno silenzio delle istituzioni di fronte al macello e alla devastazione dell’etica. Alla mobilitazione contro i campionati europei, a quella per sensibilizzare i cittadini, a far sentire loro che la vita di povere bestiole è stata sacrificata senza scrupoli per tirare a lucido un paese pieno zeppo di contraddizioni. Per garantire agli ultras di scorrazzare liberi, di lanciare banane ai giocatori di colore, di ululare i buu razzisti. Per consentire ai menestrelli del quieto vivere di infarcire ore di analisi sul niente sotto vuoto spinto e sui biscotti, come fosse un problema che fa perdere il sonno alle persone di coscienza nel Paese.

Eppure, nonostante le immagini felici dei capi di Stato che si prestano al populismo del tifo, nonostante sembri una disfatta della mobilitazione e dell’etica, io penso che la questione sia stata posta in modo efficace e abbia ottenuto dei buoni frutti. E’ stato segnalato un problema civile che niente ha a che fare con il marketing dell’esistenza in cui viviamo, che niente ha a che fare con un vantaggio per una lobby o per un gruppo di potere interessato a ottenere privilegi usando l’opinione pubblica. E questo dubbio, chiamiamolo così, ha ottenuto un buon successo di visibilità. Un buon passo di coscienza civile.

Dynamic 2

E mi viene in mente il bellissimo racconto di un artista, Mikulash Rachlik, sulla rivoluzione di velluto di Praga, la sua città. Siamo andati in piazza per cento volte, abbiamo marciato mano nella mano, ci siamo guardati negli occhi, e niente è successo. Noi tornavamo a casa e il potere sembrava intoccabile. La centounesima volta niente era diverso dalle altre cento volte, siamo andati in piazza, ci siamo presi per mano, abbiamo marciato e ci siamo guardati negli occhi. E il potere è franato che se non attendesse altro, si è disfatto davanti a noi che neanche ce lo aspettavamo, che neanche potevamo crederlo.

Racconto ciò per dire che la storia si muove su piani diversi, complicati e non sempre comprensibili a occhio nudo. E che se la barbarie prevale in un intenso e sostenuto rapporto di poteri che si intrecciano e si sostengono, non è detto che questo gigante invincibile non possa implodere, crollare, dimostrarci in un solo istante che in ogni sconfitta civile, in ogni resistenza c’era la scintilla del cambiamento.

Dynamic 3

Abbiamo detto dei cani bellissimi ammazzati senza pietà, ma potevamo parlare del territorio devastato dalla speculazione, della schiavitù, di ogni aspetto dell’efferatezza di un potere che ha nel suo Dna una ferocia e ottusità di fondo. Insieme a ingiustizia sociale. Bisogna continuare a tenere accesa questa luce, anche quando sembra inutile ed è più facile distogliere lo guardo e mutare la politica sugli interessi dei potenti, dei costruttori che ci devastano le città dove viviamo. Per sostenere le battaglie civili impossibili di coloro che non si arrendono. E che testimoniano ogni giorno il diritto a un mondo migliore. A non chiudere gli occhi addormentati senza diritti e senza voce. Fare informazione è anche questo, non soltanto influencerame e coro.

Dynamic 4
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage