Bungaro omaggia Gianni Rodari con una canzone affidata a Fiorella Mannoia

Il singolo scritto dal cantante trae origine dalla filastrocca del maestro “Il cielo è di tutti”: in arrivo anche il suo nuovo Ep in attesa del nuovo disco che uscirà nel 2021

"Il cielo è di tutti"

"Il cielo è di tutti"

Il 23 ottobre 1920, esattamente un secolo fa, nasceva Gianni Rodari. Bungaro ha deciso di omaggiarlo con un singolo da lui scritto e interpretato da Fiorella Mannoia per Egea Music. ‘Il cielo è di tutti’ è la filastrocca che fa da ispirazione al nuovo singolo, in promozione radiofonica e disponibile su tutte le piattaforme streaming e download dal 23 ottobre.

Anticipa il nuovo Ep di Bungaro in uscita il 13 novembre, in attesa del prossimo disco di inediti in pubblicazione a inizio 2021.

"È bastato un istante, una luce potente, 'Il cielo è di tutti' era talmente bella che non mi capitava da anni di essere così folgorato da tanta bellezza", racconta l'artista. "Ero a casa di Fiorella Mannoia a progettare canzoni e fu lei a farmi leggere questa meraviglia. Mi rapì immediatamente. Azzardando, dissi a Fiorella "vorrei provare a scriverne la musica".

“Gelosamente presi questo capolavoro e lo portai a casa. Fu un attimo, il tempo di accogliere e proteggere dentro di me la visione di Rodari”, sottolinea ancora Bungaro. “Aspettai la sera, presi la chitarra e fiorì immediatamente. Ricordo di aver pianto dalla gioia. 'Il cielo è di tutti' è stato un piccolo miracolo. Qualcosa di più grande di me ma che mi ha voluto dal primo momento".

'Il cielo è di tutti' è una poesia di Gianni Rodari tratta da 'Filastrocche in cielo e in terra' (Torino, Einaudi 1960).