Leonard Cohen esce “postumo” con il figlio nel disco “Thanks for the Dance”

Adam Cohen ha portato a termine il lavoro su tracce del padre con i suoi collaboratori

Leonard Cohen

Leonard Cohen

GdS 20 settembre 2019Giornale dello Spettacolo
A distanza di tre anni mesi dalla morte di Leonard Cohen 82enne nel novembre 2016, il 22 novembre esce un disco postumo intitolato al cantautore canadese, Thanks for the Dance. Lo pubblica il figlio Adam Cohen, che aveva lavorato con il padre in You Want It Darker. Dalla collaborazione tra l’autore di Suzanne e infinite altre canzoni e il figlio era rimaste degli abbozzi o delle tracce vocali. Da quanto informano le agenzie, lo stesso Leonard Cohen aveva chiesto ad Adam di completare il lavoro.

Si tratta di nove canzoni registrate con la collaborazione di amici e colleghi che avevano suonato con Cohen padre. Da oggi 20 settembre il disco può essere prenotato online ed è in streaming e digital download la canzone The Goal. Adam Cohen ha spiegato alle agenzie che “componendo le musiche per accompagnare le sue parole abbiamo pensato al suo stile e al suo modo di comporre” e si è detto sicuro di aver fatto bene grazie al “giudizio positivo di tutti quelli che l’hanno potuto ascoltare”.

Hanno collaborato al disco Javier Mas, suonatore spagnolo di laúd che era nella band di Leonard Cohen negli ultimi otto anni in tour, Beck, Bryce Dessner dei National, Richard Reed Parry degli Arcade Fire, Damien Rice, Leslie Feist, il compositore Dustin O’Halloran, i produttori Daniel Lanois e Patrick Watson, la Stargaze orchestra, il coro berlinese Cantus Domus, il coro Shaar Hashomayim che cantava in You Want It Darker, Jennifer Warnes e Michael Chaves.

Le canzoni solo le seguenti del disco sono le seguenti:
1 Happens to the Heart
2 Moving On
3 The Night of Santiago
4 Thanks for the Dance
5 It's Torn
6 The Goal
7 Puppets
8 The Hills
9 Listen to the Hummingbird