Fiorella Mannoia contro i razzisti: andiamo noi via dall'Africa

In un post su Facebook la cantante risponde a tono a chi continua a usare lo slogan "aiutiamoli a casa loro"

Fiorella Mannoia

Fiorella Mannoia

Fiorella Mannoia non ce l'ha fatta più: all'ennesimo "aiutiamoli a casa loro", lo slogan populista e demagogo che critica la politica dell'accoglienza ai migranti, la cantante ha scritto un lungo e arrabbiato post su facebook in cui lancia una provocazione: "aiutiamoli a casa loro, ma andiamocene via noi. Tutti: francesi, inglesi, olandesi, americani, cinesi, tedeschi, italiani, banche mondiali, multinazionali del petrolio, delle armi, del cibo, trafficanti di diamanti".


A suscitare l'indignazione della Mannoia è stata la notizia dell'assoluzione di tredici soldati francesi, accusati di aver violentato dei minori africani in cambio di razioni extra di cibo. Una notizia disgustosa che ha spinto la cantante a dire: "tutti fuori dalle palle! Così lo sai le nostre economie che fine fanno? Con le pezze al culo!"


Lo sfogo ha provocato reazioni di sostegno ma anche, com'era prevedibile, anche invettive contro la cantante, nel migliore dei casi accusata di essere "semplicina e populista".