Pio e Amedeo attaccano Fedez: "Non è vero che in Rai esiste censura". Lui risponde: "Ipocriti"

I comici pugliesi: "Nessuno dei dirigenti ci ha detto cosa dire. Fedez fa polemica per fare traffico sui social". Il cantante: " Loro ridono della parola fro*io ma evitano bestemmie"

Pio e Amedeo e Fedez

Pio e Amedeo e Fedez

globalist 10 settembre 2021

E’ un botta e risposta che si propone di essere una notizia per giorni e giorni.

Polemica a distanza tra Pio e Amedeo e Fedez. A lanciare il guanto della polemica è stato nella serata di ieri il duo comico pugliese, arrivato sul palco dei Seat Music Awards per ritirare un premio - destinato agli innovatori del linguaggio televisivo - e deciso a replicare all'artista milanese sul tema della presunta censura esistente in Rai. 

Il dissing è cominciato proprio in casa Rai, e precisamente su Rai Uno, dove è andato in onda l'evento musicale condotto da Vanessa Incontrada e Carlo Conti, e si è concluso nella camera da letto del rapper, che ha replicato via social.

L’attacco dei comici - Pretesto per le accuse di Pio e Amedeo è la denuncia avanzata da Fedez lo scorso Primo Maggio, quando il cantante ha accusato il servizio pubblico di aver voluto revisionare il testo del suo discorso (con tanto di presunta richiesta di modifica in alcuni punti).

"La Rai è libera - rispondono oggi Pio e Amedeo - Ci avevano detto che censuravate e invece no. Dietro c’erano tutti i dirigenti e nessuno si è permesso di chiederci cosa avremmo detto. Se uno va in diretta dice quello che pensa. Anche un altro avrebbe potuto fare così, senza suscitare tante polemiche". 

Il sottotesto è noto, ma solo ora i comici fanno direttamente il nome di Fedez: "Non è che arrivano i bodyguard a prenderti e a cacciarti dal palco, dai, Federico! Fa la polemica, per il traffico sui social e per vendere i prodotti. “E comprati lo smalto che ho fatto io, comprati la mia valigia. Io farei un applauso alla Rai che non ci ha censurato". 

La replica di Fedez - A stretto giro, la replica del marito di Chiara Ferragni. Ovviamente via Instagram Stories, come nel suo stile.

"Stavo andando a nanna e mi hanno scritto ‘Pio e Amedeo ti hanno dissato’ - esordisce - Bello, una delle cose più belle viste in Rai, una grande installazione artistica. Nella rete in cui non vorrebbero che tu citassi i nomi dei politici perché non è presente il contraddittorio, ti ripulisci la coscienza ingaggiando due rivoluzionari anticonformisti, cercando di attaccare l’avversario senza contraddittorio. Bravi tutti. Mi è piaciuto. Bravi Pio e Amedeo. Spero di diventare un giorno un anticonformista, un antisistema come voi".

 Quindi l'affondo: "Domani incomincerò uscendo per la strada dando del ne**o e del froc*o a tutti per strappare un sacco di sorrisoni - dice a proposito del (discusso) monologo degli attori sul politicamente corretto andato in onda la scorsa primavera - Domani alle 10 apro il mio chioschetto di smalti senza il quale non riuscirei a dare da mangiare ai miei figli e mi inventerò qualche polemica per vendere i miei smaltini"

"Comunque sono un po' deluso da Pio e Amedeo - conclude - Mi avete fatto questo atto rivoluzionario di sdoganare la parola ne*ro e fr*cio… Ma siete in diretta sulla Rai e una bella bestemmia non me la tiri? I ne*ri e i fr*ci ti rispondono con un sorriso, i cristiani nemmeno, sono obbligati a perdonarti. Un po’ arrugginiti, state perdendo lo smalto, se volete ve ne presto un pochino".