Servizio "anti Bella Ciao": la Tgr dell'Emilia Romagna si scusa

Dopo le polemiche per il servizio sull'adunata fascista di Bologna la redazione precisa: "Evidentemente le parole usate nell'attacco del pezzo sono state inadeguate e inappropriate"

Sigla Tgr Emilia Romagna

Sigla Tgr Emilia Romagna

globalist 2 maggio 2021
A stretto giro (ma neanche troppo) arrivano le scuse della redazione del Tgr dell'Emilia Romagna sul servizio mandato in onda ieri sera nell'edizione del Tgr delle 19:30.
https://www.globalist.it/media/2021/05/02/incredibile-tgr-elogia-i-fascisti-e-definisce-bella-ciao-una-provocazione-2079587.html
"In merito al servizio sul raduno dell'estrema destra a Bologna, andato in onda nel Tgr Emilia Romagna di ieri sera alle 19.30, la redazione della Tgr Emilia Romagna si scusa per il grave episodio e prende le distanze dai contenuti del servizio stesso, che non corrispondono alla storia e ai principi che hanno sempre guidato il lavoro dei giornalisti del servizio pubblico". Così in una nota l'ufficio stampa Rai.
"Evidentemente le parole usate nell'attacco del pezzo sono state inadeguate e inappropriate - si legge - mentre nel seguito del servizio è stato correttamente documentato quanto avvenuto. 
La Direzione di testata ha già chiesto una relazione ai responsabili della tgr Emilia Romagna e all'autore del servizio, preannunciando una netta dissociazione dal contenuto del servizio stesso".