Polemiche al Maurizio Costanzo show, lui si difende: "In teatro pago plexiglass e test a tutti"

Le immagini di un mancato distanziamento sociale aveva fatto insorgere discussioni. Il conduttore: "Tutti possono adottare queste misure"

Pubblico al Maurizio Costanzo Show

Pubblico al Maurizio Costanzo Show

globalist 29 ottobre 2020

Polemiche dopo la prima puntata del Maurizio Costanzo Show.


Alla vista del Teatro strapieno, in molti hanno notato che non era presente nessuna misura di distanziamento tra gli spettatori.


Un’immagine che ha scatenato da subito l’indignazione social, perché arrivate all’indomani del Dpcm che ha chiuso i teatri per il pericolo di assembramenti.


A smorzare subito le polemiche ci ha pensato il padrone di casa che ha specificato le misure adottate: “Volete sapere come funziona? E’ facile: il pubblico della mia trasmissione prima di entrare fa il test sierologico, e così tutti gli ospiti. Fra una persona e l’altra c’è un plexiglass, e anche fra un ospite e l’altro c’è un plexiglass. Perché non fanno così anche nei teatri? Possono farlo tutti. Facciano così, invece che rompere e fare polemiche!”.


Questa è la secca risposta di Maurizio Costanzo, interpellato dall’Adnkronos.


Il pubblico del popolare programma, andato in onda ieri sera ma registrato lunedì, occupa infatti, come si vede anche in molte immagini che si sono diffuse sul web, tutte le sedie del teatro, e ciascuno è separato dal vicino di poltrona da un pannello trasparente in plexiglass.


“Possono farlo tutti -affonda- Certo, specifico che il pubblico viene in teatro un’ora e mezzo prima, perché possa essere fatto il test su ciascuno. Quindi io pago gli infermieri, il personale, il plexiglass. Il proprietario del cinema all’angolo faccia così, così non c’è pericolo di assembramento”, conclude.