La denuncia di Piazzapulita: "La pandemia non ferma lo sfruttamento dei braccianti"

Un servizio di Nello Trocchia che è andato a sentire l'azienda agricola di Terracina dove un lavoratore indiano è stato picchiato e gettato in un canale di scolo nella zona"

Il servizio di Piazzapulita

Il servizio di Piazzapulita

globalist 28 maggio 2020

Un bel servizio che dimostra come le regole non sono applicate dai tanti sfruttati che lavorano nell’agricoltura.


Nel caso specifico a Terracina.


Il 22 marzo un lavoratore indiano viene picchiato e gettato in un canale di scolo nella zona di Terracina. Per quel pestaggio sono indagati i titolari dell'azienda.
L’inviato di Piazzapulita Nello Trocchia è andato a sentire l'azienda agricola per cui lavorava il trentenne indiano e ha parlato con i lavoratori della zona, sottopagati e privi di alcun tipo di tutela. Uno di loro ha trovato il coraggio di denunciare: "Mi lavavo e mi facevo la doccia nella stalla dove vengono tenuti i vitelli. Prendevo 50/100 euro al mese per dodici ore di lavoro al giorno. Tutti i giorni, senza pause. Mangiavo quello che trovavo nella spazzatura", racconta così un lavoratore l'incubo durato sei anni.