Foa traballa: sul doppio incarico il Pd pronto a votare la risoluzione M5s

La commissione di Vigilanza ha rinviato il voto su Foa presidente di Rai e di Rai Com. I democratici pronti con i loro voti ad opporsi al presidente più controverso degli ultimi anni

Foa e Salvini

Foa e Salvini

GdS 18 giugno 2019

Foa trema. Contro il doppio incarico il Pd sembra deciso di votare a favore della risoluzione M5s our di far saltare il banco su una delle nomine più controverse di tutti gli anni.


Ora bisognerà vedere se i grillini dimostreranno autonomia o se, al contrario, dopo tanto bofonchiare contro la Lega finiranno  - come quasi sempre - alla fine a votare secondo gli ordini di Salvini, unica strada per salvare la poltrona.


Domani la Commissione di Vigilanza sulla Rai vota sul doppio incarico di Marcello Foa, presidente della Rai e di Rai Com, ma questa volta sarà un voto senza rete: sarebbe ormai saltato l'accordo tra Movimento 5 Stelle e Lega sul capitolo Foa. Accordo già scricchiolante la mattina del 13 giugno quando il voto è stato rinviato per mancanza del numero legale. Alla base di questo, secondo la spiegazione dei pentastellati, ci sarebbe la convinzione assoluta, condivisa dall'intero gruppo e ulteriormente approfondita negli ultimi giorni, che i due incarichi di Foa siano tra loro incompatibili stando allo Statuto Rai.


Ragione per la quale la nomina di Foa a Rai Com un domani potrebbe essere resa nulla e con essa tutti gli atti compiuti durante il mandato con la possibilità che possa configurarsi un danno erariale essendo Rai Com controllata al 100% da Rai. Non manca, però, fra i parlamentari degli altri partiti una interpretazione diversa secondo la quale alla base del 'no' all'emendamento della Lega da parte del M5s ci sarebbe il voto sul finanziamento a Radio Radicale che ha visto il governo andare sotto a causa dell'asse Pd-Lega.


La decisione di votare su Foa domani mattina, la seduta plenaria inizierà alle 8,30, è arrivata dall'Ufficio di Presidenza della Vigilanza che si è riunito oggi in tarda mattinata, stabilendo appunto che domani ci saranno le votazioni sulla risoluzione del Pd, sulla risoluzione del Movimento 5 Stelle e sull'emendamento della Lega che, di fatto, blinderebbe Marcello Foa nel doppio incarico pur evidenziando l'assoluta necessità che non gli vengano affidati incarichi operativi nel ruolo di presidente di Rai Com.


L'unica cosa che resta ancora da decidere è l'ordine del voto. Secondo la capogruppo Fdi in Vigilanza Rai, Daniela Santanché, bisognerebbe rispettare l'ordine temporale di deposito delle risoluzioni e quindi votare prima la risoluzione del Pd, poi la risoluzione del M5s e infine l'emendamento della Lega. Una sottolineatura che la parlamentare ha fatto presente oggi nel corso dell'Ufficio di Presidenza ma che non ha incontrato il parere favorevole di tutti. Ragione per la quale questo pomeriggio gli uffici della Vigilanza approfondiranno la questione, regolamento alla mano.


Prima della riunione il deputato del Pd, Michele Anzaldi, si chiedeva se M5s avesse deciso di essere coerente. Domani si saprà