A Rainews24 la gente di Melissa racconta la notte di solidarietà

L'altro giorno molte testate avevano messo la sordina la storia del paese che si è prodigato per aiutare i migranti. Oggi, la solidarietà è stata raccontata dalla testata all news

Il veliero che si è incagliato a Torre Melissa con i migranti curdi a bordo

Il veliero che si è incagliato a Torre Melissa con i migranti curdi a bordo

globalist 12 gennaio 2019
Ci eravamo chiesti se quel che era accaduto a Torre Melissa, paesino del profondo Sud con la sua bella lezione di civiltà soccorrendo una barca di profughi, fosse realtà o solo frutto di un nostro sogno, desiderio di bontà.
Le cronache però parlavano chiaro, altrettanto le foto arrivate dal paesino che sta lungo la costa calabra: la gente che soccorre una cinquantina di profughi in balia del mare per la barca che si era arenata, coi due scafisti in fuga; gli abitanti che si erano precipitati in spiaggia, salvando e soccorrendo uomini, donne, bambini e pure un neonato.
Melissa li aveva ospitati, rifocillati, vestiti di panni asciutti recuperati dall'armadio di casa. Una bella storia, finalmente, che però non aveva - come dire - esaltato Tg e Gr del servizio pubblico.
Nelle edizioni principali, così: il Tg2 non l'aveva proprio preso in considerazione, sarebbe stato sgradito a Salvini, che quel Tg lo attraversa in lungo e in largo, stretto in una delle sue divise abusive.
Cronaca, e niente di più al Tg1, con la sola battuta del sindaco, solo in spiaggia.
Buon servizio al Tg3, ma confezionato in redazione con la sola voce del sindaco.
Tutto, dunque, faceva pensare ad un comune fantasma con la gente scomparsa dopo la straordinaria notte di solidarietà. E invece no, Torre Melissa esiste, è fatto da uomini e donne che hanno slancio umano, che la civiltà ce l'hanno nel sangue, trasmessa da madri, padri, nonne e nonni forgiati dalle lotte contadine che a Torre Melissa e nel suo entroterra avevano avuto coraggiosi protagonisti di grande battaglie democratiche, in barba a leggi sbagliate che con il loro impegno sarebbero state cancellate. Leggi he legittimavano il latifondo, una delle tante divisioni tra ricchi e poveri.
Divisioni che resistono ed anzi si vorrebbero più pesanti nel nostro tempo. Ed eccola Torre Melissa, nel collegamento che Rainews24, il canale on line diretto da Antonio Di Bella ha fatto per i suoi Tg. Non solo la testimonianza del sindaco, che ha voluto ricordare proprio l'antico impegno civile e di lotta democratica della sua comunità, ma anche una rappresentanza degli uomini e delle donne che quella notte non esitarono a sfidare l'acqua fredda del loro mare per salvare curdi e iracheni.
Nel loro racconto, le urla, il precipitarsi in spiaggia, le porte di casa aperte, da bere a chi aveva le labbra tagliate dal sale, da mangiare, coperte. Sorrisi e abbracci per i piccoli. Racconto e giù ricordo di una notte di piccola, straordinaria civiltà in un Paese che qualcuno vorrebbe tirare per i capelli e affondare nel fango.
Torre Melissa, comunità che da anni vanta anche la bandiera blu per il suo mare, meritava che diventasse per un giorno essa stessa bandiera di un Paese che c'era e che vorremmo tornasse. Per questo, grazie a Rainews24.