Videogioco con i talebani: vietato da App Store

Le linee guida della casa di Cupertino vietano l'uso di "persone di un governo specifico o di un'altra entità realmente esistente nei panni dei nemici".

Afghanistan '11 realizzato da Slitherine.

Afghanistan '11 realizzato da Slitherine.

globalist 6 dicembre 2018

Troppo realistico, soprattutto perché i protagonisti sono i talebani e no personaggi di fantasia: per questi motivi la Apple ha rimosso dalla sua piattaforma digitale il videogioco di strategia Afghanistan '11, conversione dell'omonimo titolo per Pc realizzato da Slitherine.
Secondo Apple, il gioco violerebbe le linee guida per la pubblicazione su App Store mettendo "persone di un governo specifico o di un'altra entità realmente esistente nei panni dei nemici", in questo caso i talebani. Inutile dire che la notizia non è andata giù agli sviluppatori di Slitherine.
Non è la prima volta che Apple decide di rimuovere da App Store videogiochi storicamente accurati: è successo già nel 2011 con Pacific Strike, che venne rimosso per la presenza delle bandiere giapponesi, e nel 2015 con Ultimate General: Gettysburg, che era focalizzato sulla Guerra di secessione americana e includeva al suo interno la bandiera degli Stati Confederati d'America.
Nonostante la rimozione da App Store, lo strategico di Slitherine resta comunque disponibile su Pc in una versione nettamente superiore a livello tecnico e di puro gameplay, ma è probabile che dopo questa mossa la software house possa scegliere di abbandonare definitivamente i dispositivi iOS per i propri progetti futuri.