Top

Il Garante contro WhatsApp: nel mirino la condivisione dei dati con Facebook

Aperta un'istruttoria: "L'app spieghi quali tipologia di dati intendere mettere a disposizione di Facebook"

Facebook e WhatsApp
Facebook e WhatsApp

globalist

27 Settembre 2016 - 16.58


Preroll

WhatsApp, l’app di messaggistica, è finita nel mirino del Garante della Privacy per le sue nuove policy, cambiate di recente, sul trattamento di dati degli utenti messi a disposizione per finalità di marketing.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Il Garante per la protezione dei dati personali – si legge nella nota diffusa alla stampa – ha avviato un’istruttoria a seguito della modifica della privacy policy effettuata da WhatsApp a fine agosto che prevede la messa a disposizione di Facebook di alcune informazioni riguardanti gli account dei singoli utenti di WhatsApp, anche per finalità di marketing”.

Middle placement Mobile

WhatsApp e Facebook sono quindi invitati a collaborare, fornendo elementi utili alla valutazione del caso. Il Garante vuole conoscere in dettaglio “la tipologia di dati che WhtasApp intende mettere a disposizione di Facebook; le modalità per la acquisizione del consenso da parte degli utenti alla comunicazione dei dati; le misure per garantire l’esercizio dei diritti riconosciuti dalla normativa italiana sulla privacy, considerato che dall’avviso inviato sui singoli device la revoca del consenso e il diritto di opposizione sembrano poter essere esercitati in un arco di tempo limitato”.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage