Top

Google va in Corea del Nord

Il presidente esecutivo di Google si sta recando a Pyongyang per una "missione umanitaria". Ma sono in molti a credere che si tratti di un primo incontro per sfidare la censura.

Google va in Corea del Nord

Desk

3 Gennaio 2013 - 17.31


Preroll

In qualche modo può essere considerata una visita storica, anche se non avrà effetti immediati. Il presidente di Google si sta per recare a Pyongyang, capitale della Corea del Nord. Ufficialmente si tratta di una missione umanitaria, ma non sfugge a nessuno che il presidente esecutivo di Google, Eric Schmidt, è anche il responsabile dei rapporti con i paesi per la mega-azienda leader in internet. Ed è anche sicuro che Google è alla continua, famelica, ricerca di nuovi mercati. Ma finora la Corea del Nord è impenetrabile: rigidissima la censura. A quasi tutti i cittadini è addirittura vietato usare internet.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Improbabile che la missione possa provocare
immediati cambiamenti nella politica di rigidissima censura di
Pyongyang, ma Schmidt, potrebbe chiedere alle autorità
nordcoreane di allentare le restrizioni imposte ad Internet in alcune
aree specifiche, come quelle dei programmi per l’istruzione.

Middle placement Mobile

“Il ferreo controllo del sistema dell’informazione è il cuore
del potere nordcoreano, ma nonostante questo Pyongyang sta per
ospitare uno dei maggiori facilitatori occidentali del flusso senza
confine di informazioni”, è il commento di Victor Cha, che dirige
l’ufficio di studi coreani del Center for Strategic and International.

Dynamic 1

L’incontro potrebbe anche essere favorito dalla recente ascesa al potere del giovane Kim Jong-Un.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage