Crolla il gioco d'azzardo: nell'ultimo anno la pandemia creato un buco da 5 miliardi nelle casse dello Stato

Calo del 34% rispetto ai 14,8 miliardi di euro incassati nel 2019. Il lockdown ha portato alla chiusura delle sale e allo spegnimento delle slot nei locali pubblici

Giochi d'azzardo

Giochi d'azzardo

globalist 4 febbraio 2021
La pandemia provoca danni alle casse dello stato per 5 miliardi: è infatti questo il mancato incasso proveniente dai giochi d’azzardo. 
Secondo i dati forniti dal Conto riassuntivo del Tesoro, c’è stato un calo del 34% rispetto ai 14,8 miliardi di euro incassati nel 2019.
Nell’anno appena trascorso gli incassi per entrate del bilancio dello Stato da lotto, lotterie ed altre attività di gioco superano i 9,8 miliardi di euro, di cui oltre 3,2 miliardi arrivano dal prelievo erariale sugli apparecchi, per i quali il calo è del 51%, a causa del lockdown che ha portato alla chiusura delle sale e allo spegnimento delle slot nei locali pubblici. 
Le entrate del lotto ammontano a 5,9 miliardi (con un calo del 22%), mentre 227 milioni arrivano da altre attività di gioco (-27%) e 313 milioni derivano dalla quota del 40% dell’imposta unica sui giochi di abilità e sui concorsi pronostici (+34,9%). 
Altri 47,8 milioni arrivano dal diritto fisso erariale sui concorsi pronostici (-30,3%).