Il neonato che si aggrappa alla mascherina all'ostetrica: ecco la foto simbolo nell'anno della pandemia

La fotografia risale al maggio scorso e ritrae un neonato che "strappa" all'ostetrica nella sala parto dell'ospedale di Sassari

Neonato si "aggrappa" alla mascherina dell'ostetrica

Neonato si "aggrappa" alla mascherina dell'ostetrica

globalist 24 dicembre 2020

Una foto scattata al momento della nascita, raffigurante un neonato che si aggrappa alla mascherina dell’ostetrica che l’ha fatto nascere, la quale lo osserva sorridente.


E’ questa la foto simbolo scelte dal giornale “L’eco di Bergamo” come immagine di quest'anno segnato dalla pandemia di Covid-19.


A sette mesi e mezzo il piccolo Mattia conquista le prime pagine dei giornali.


Una foto scattata il 7 maggio nel reparto di Ginecologia e Ostetricia delle "Cliniche San Pietro" dell'Azienda ospedaliera universitaria di Sassari


Nella foto il neonato Mattia Colombino, appena nato, si aggrappa alla mascherina chirurgica dell'ostetrica Gianfranca Fiori, che lo tiene in braccio dopo aver assistito la madre in sala parto.
L'inattesa notorietà di Mattia ha riempito di orgoglio la mamma Marinella Campus, alla sua prima gravidanza, e il papà Stefano Colombino.


"La nascita di Mattia è stata un momento di libertà dopo tre giorni trascorsi in reparto senza mio marito, che vedevo solo dalla finestra dell'ospedale - ricorda - quando ci siamo rivisti, siamo scoppiati a piangere".
In tanti anni di professione, Gianfranca Fiori non ricorda un episodio simile. "È stata una reazione inaspettata - afferma - una sorpresa per me e le mie colleghe, che hanno voluto immortalare quel momento".


La sua speranza è "che questa scelta fatta dal quotidiano bergamasco sia di buon augurio per una rinascita". Felice anche il direttore dell'unità operativa di Ginecologia e Ostetricia dell'Aou sassarese, Salvatore Dessole.