Amazzonia a fuoco ma Bolsonaro pensa a lanciare una campagna contro il sesso a Carnevale

Dietro l'iniziativa c'è lo zampino di Damares Alves, che oltre a essere ministra è anche pastore evangelico ed è nota per le sue posizioni ultraconservatrici in materia di sesso

Carnevale in Brasile

Carnevale in Brasile

globalist 15 gennaio 2020
L’Amazzonia va a fuoco, il numero delle armi in circolazione aumenta di molto ma il governo fascistoide brasiliano a cosa pensa? A limitare il sesso.
Proprio così: Il governo di Jair Bolsonaro vuole lanciare una campagna per raccomandare l'astinenza sessuale durante il prossimo Carnevale, nel quadro di una strategia generale per promuovere l'«iniziazione sessuale tardiva».
Lo ha reso noto la rivista Epoca nella sua edizione digitale, in base a documenti ottenuti da fonti del ministero per la Donna, la Famiglia e i Diritti Umani.
«Ora sembra che il governo voglia convincere la gente a non fare sesso», scrive la testata, informando di quella che sarebbe l'ultima iniziativa di Damares Alves, che oltre a ministra è anche pastore evangelico ed è nota per le sue posizioni ultraconservatrici in materia di sesso, per le quali era già stata presa in giro da alcuni gruppi che hanno sfilato nel Carnevale di Bahia - uno dei più popolari in Brasile - l'anno scorso.
L'ufficio stampa del dicastero non ha confermato che si stia preparando una campagna di questo tipo, che potrebbe far parte di un'altra iniziativa, la Settimana nazionale per la prevenzione della gravidanza nell'adolescenza, limitandosi ad indicare che continuerà a lavorare per informare la popolazione riguardo ai «benefici di una iniziazione sessuale tradiva per le adolescenti», giacché «gli studi scientifici dimostrano che produce benefici psicologici, emozionali, fisici, sociali ed economici».