Tik Tok ha censurato i video degli utenti disabili per 'proteggerli dal bullismo'

Il social network cinese ha confermato di aver ridotto molto la visibilità degli utenti disabili, obesi e queer per difenderli dal bullismo, ma ha anche detto di aver abbandonato questa pratica

Tik Tok

Tik Tok

globalist 3 dicembre 2019
Il social network cinese Tik Tok torna al centro delle polemiche e viene accusato di aver censurato i video degli utenti disabili, rendendone più limitata la visibilità. La notizia è riportata dal sito tedesco Netzpolitik (l'articolo è in lingua inglese) che cita documenti e fonti interne. Tik Tok ha confermato la notizia, ma si è giustificata sostenendo che era un modo per arginare il problema del bullismo. 
Secondo quanto scrive Netzpolitik, TikTok avrebbe istruito i suoi moderatori a identificare gli utenti con disabilità, autismo o sindrome di Down, ad esempio, e a ridurre la visibilità dei loro post. Ad essere coinvolti sarebbero stati anche gli utenti obesi e Queer. La norma prende il nome di "Immagini raffiguranti un soggetto altamente vulnerabile al cyberbullismo", ed è dichiaratamente volta a proteggere le persone che potrebbero diventare vittime dei bulli a causa delle loro "condizioni fisiche o mentali".
TikTok ha spiegato che questa prassi è stata usata "solo agli inizi" per contrastare il cyberbullismo. "Questo approccio non è mai stato inteso come una soluzione a lungo termine e, sebbene avessimo buone intenzioni, ci siamo resi conto che non era l'approccio giusto".