Il Museo di Auschwitz furioso con i turisti: "il lager non è posto per farsi foto cretine"

L'account twitter del Memoriale del campo di sterminio: "ad Auschwitz sono morte oltre un milione di persone. Puoi imparare a fare l'equilibrista da qualche altra parte"

Turista ad Auschwitz

Turista ad Auschwitz

globalist 24 marzo 2019
Siamo orribilmente abituali alle foto di tanti turisti imbecilli che si fanno i selfie davanti ai cancelli di Auschwitz o in atteggiamenti intollerabilmente vacanzieri nel luogo in cui in così tanti persero la vita. 
È proprio per questo che la direzione del museo del campo di concentramento più tristemente noto della storia ha diffuso un invito via twitter che invita proprio a non assumere questi comportamenti e a non scattarsi foto all'interno del campo: ""Quando vieni ad Auschwitz - e' il messaggio pubblicato su Twitter dal museo - ricorda che sei nel sito dove sono state uccise oltre 1 milione di persone. Rispetta la loro memoria. Ci sono luoghi migliori per imparare a fare l'equilibrista rispetto al sito che simboleggia la deportazione di centinaia di migliaia di persone verso la morte". Un post corredato da una serie di foto di ragazzi che passeggiano in equilibrio sui binari, in quella che appare come una di quelle mode che ogni tanto si diffondono su internet senza una ragione particolare. Il museo ha quindi precisato che "le foto non saranno vietate. Chiediamo solo ai visitatori di comportarsi in maniera rispettosa".