Salvini e il corazziere nero: che faccia avrà fatto quando se l'è visto davanti?

Una casualità o una scelta del presidente per lanciare un messaggio anti-razzista? Il dibattito è aperto

Corazziere al Quirinale

Corazziere al Quirinale

globalist 24 gennaio 2019
In occasione della Giornata della Memoria contro il razzismo, il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, è stato accolto al Quirinale da un corazziere nero.
Una scelta proposito per lanciare un messaggio al vicepremier leghista oppure soltanto una casualità.
Ma non è la prima volta che in Italia si parla del corazziere nero. Già l'11 giugno 2017, quando Papa Francesco andò in visita dal Capo dello Stato, le immagini dell'allora 27enne fecero scalpore. In quell'occasione emerse anche la suo storia. All'età di un anno venne adottato dal Brasile, insieme alla sorella, da una coppia siciliana.
Molti anni dopo entrò nell'Arma dei carabinieri, ma il suo sogno era quello di entrare a far parte del reggimento della guardia del corpo del presidente della Repubblica. Sogno realizzato.
Sui social i commen ti si sprecano, uno su tutti: la faccia che il ministro dela Nutella ha fatto quando se l'è visto davanti...