Il risultato operativo del gioco online in Italia per il secondo semestre 2018

Sotto il profilo operativo si segnala in particolare la crescita del segmento dedicato al gioco per smartphone e tablet

Gioco Online

Gioco Online

globalist 24 ottobre 2018

Con l’estate già abbondantemente archiviata e con essa anche il mese di settembre, è tempo di bilancio e di analisi per quanto concerne il settore del gioco online in Italia e nel resto d’Europa. Si segnalano importanti avvicendamenti per gli operatori specializzati nei casinò online, dato che il trimestre che conclude il 2018 ci dirà molto dello stato di salute del gioco digitale per il nostro Paese. Argomento che resta attuale anche a livello legislativo, dato che il Decreto Dignità ha creato una linea di demarcazione tra quello che abbiamo visto nel prime semestre e cosa possiamo attenderci dal resto dell’anno. E’ evidente che le cose si stanno già smuovendo, con tanti operatori già pronti a fare le valigie e a investire all’estero i propri capitali. Si tratta di un fatto incontrovertibile, con cui bisogna iniziare a fare i conti. Il passaggio di consegna avviene mentre a livello europeo lo stato di salute del gioco online riflette un trend positivo che dimostra come e quanto si sia lavorato bene nel corso degli ultimi 12 mesi. Sotto il profilo operativo si segnala in particolare la crescita del segmento dedicato al gioco per smartphone e tablet: in alcuni casi vi è stata un aumento delle entrate pari al 65-67% rispetto allo stesso periodo del 2017. Tuttavia la chiusura del secondo semestre dovrebbe in qualche maniera evidenziare una discrepanza con i dati che sono stati raccolti finora. Secondo le più importanti agenzie dedicate al gioco in Italia, dovrebbe riscontrarsi una perdita del 25-27% dei volumi di traffico dedicati al gioco da casinò online. Questo si somma al calo che c’è già stato in materia delle poker room, visto che in Italia il poker sta lentamente tornado ad essere un fenomeno per veri appassionati, con il tramonto dell’epoca d’oro del Texas Hold’Em e dei tornei che nelle stagioni passate hanno saputo attrarre nuovi utenti spinti dal clamore mediatico e dell’hype.


Le cose sono tornate a normalizzarsi quindi, con il segmento del gioco per smartphone che è cresciuto sempre più a partire dalla seconda metà del 2016. Un’inarrestabile ascesa, dato che a livello mondiale il gioco online oggi è quasi tutto spostato sulle app per smartphone e tablet. Cambiando lo strumento di gioco, cambiano anche le esigenze e le prerogative degli utenti attivi. Il cambio di guardia si segnala quindi su tutti i Casinoonlineaams.com i quali stanno puntando su un tipo di gioco veloce e dinamico, come ad esempio slot machine, videopoker e roulette, per fare alcuni esempi pratici. Le quote di mercato che riguardano i casinò online indicano come durante l’estate vi sia stata una leggera flessione, dovuta in parte al boom ottenuto dal circuito delle scommesse sportive, specialmente durante l’edizione dei mondiali di calcio in Russia dello scorso giugno 2018. Tuttavia si tratta di un segnale in controtendenza rispetto alle quote di mercato a livello mondiale: questo potrebbe essere interpretato come un dato non del tutto negativo. Lo stato di salute da parte delle principali società che si occupano di gioco online denotano come il mercato sia ancora molto fertile e attivo, sia in Asia che nel resto dell’Europa. Resta quindi da analizzare come e quando ci saranno gli effetti del Decreto Dignità sul circuito dell’industria del gambling in Italia. Le perdite potrebbero in effetti essere assorbite in un trimestre per tornare in positivo in quello successivo: è tutto da vedere e da verificare al momento.