Top

La guerra alle zanzare si combatte con i droni: ecco come funziona il Pbkopter

Il merito è dei giovani ingegneri Carlo Ferro e Roberto Grassi, coordinati dal professor Antonio Carlin: il drone farà trattamenti mirati e rispetterà l'ambiente

Drone

globalist

31 Maggio 2017


Preroll

Nella lotta contro le zanzare, la palla passa ai droni. Tutto merito di Pbk startup dell`incubatore I3p del Politecnico di Torino: i giovani ingegneri Carlo Ferro e Roberto Grassi, coordinati dal general manager, il professor Antonio Carlin, hanno infatti messo a punto Pbkopter, prototipo di drone Uav in grado di rispondere alle moderne esigenze dell`agricoltura di precisione basate sull`osservazione, la misura e l`azione selettiva sulle coltivazioni.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Il drone, molto leggero e con dimensioni contenute, risulta così particolarmente idoneo ad intervenire nella lotta mirata alle zanzare, aumentando l`efficacia dei trattamenti.

Middle placement Mobile

Inoltre, l`innovazione di Pbk permette di rispettare l`ambiente: i trattamenti mirati consentono di utilizzare solo la quantità di fitofarmaci necessari a garantire l`efficacia dell’azione, senza dispersioni nell’aria o a terra, con contenimento dell`inquinamento anche acustico. Il progetto pilota della startup Pbk consentirà, assicurano gli ingegneri, di intervenire tempestivamente e con nuova efficacia nel problema della lotta alle zanzare.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage