Top

Eugenio Montale, 120 anni fa nasceva il Premio Nobel per la Letteratura

Nella sua Genova nessuna celebrazione ufficiale per ricordare il poeta di “Ossi di Seppia”

Eugenio Montale
Eugenio Montale

globalist

12 Ottobre 2016 - 16.55


Preroll

Quante volte da studenti, insieme alle poesie di Ungaretti, D’Annunzio e Pascoli, ci siamo imbattuti nei versi del poeta genovese, dedicati al suo amore per “la mosca” Drusilla, alle riflessioni sulla guerra o sulla condizione esistenziale dell’uomo? Componimenti che ci hanno accompagnato nell’età adulta, magari avvolti da un nebuloso ricordo delle sue rime più celebri. E mentre domani verrà assegnato dall’Accademia di Svezia il Premio Nobel per la Letteratura 2016, tra i cui candidati spicca il nome di Phlip Roth, celebre autore di ‘Pastorale Americana’, a 120 anni dalla nascita di Montale nessuna celebrazione ufficiale è stata organizzata per ricordare il poeta genovese, nato a Genova il 12 ottobre del 1896, che vinse l’ambito premio nel 1975.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Per il mancato omaggio genovese ce n’è però uno riservatogli da San Severino Marche per la sua racconta di poesie ‘Xenia’ che compie cinquan’anni.

Middle placement Mobile

La raccolta poetica che Eugenio Montale dedicò alla moglie Drusilla Tanzi, fu pubblicata, infatti, per la prima volta a tiratura molto limitata a San Severino Marche, ad opera della tipografia ‘C. Bellabarba’. L’opuscolo fu regalato dal poeta agli amici il 20 ottobre 1966, a tre anni dalla scomparsa della consorte. La storia degli ‘Xenia 1’, sconosciuta a molti, si lega a quella delle amicizie marchigiane di Montale. I maestri tipografi Narciso e Folco Bellabarba ebbero la commessa del libro da Montale in persona, grazie all’amicizia con il prof. Giorgio Zampa, ideatore della Fondazione e del Premio Salimbeni. San Severino celebra il cinquantenario con il progetto ‘Amare un’ombra. Omaggio a Montale poeta e pittore’, in mostra inediti schizzi del poeta accanto ai suoi componimenti. La mostra, a cura di Roberto Cresti, sarà aperta dal 22 ottobre al 31 gennaio nella Pinacoteca Civica ed a Palazzo Manuzzini di San Severino.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile