Big data e salute: l'eccellenza tecnologica italiana

Il corpo umano è la fonte maggiore di produzione di dati. Di conseguenza la nuova sfida per il mondo sanitario è saper trarre vantaggio da queste enormi quantità di datidestrutturati tra di loro.

I big data rivoluzionano la sanità

I big data rivoluzionano la sanità

globalist 17 maggio 2016

 Nel settore sanitario l’informazione è l’aspetto sicuramente più importante, e il corpo umano, in particolare, è certamente la fonte maggiore di produzione di dati (informazioni). Di conseguenza la nuova sfida per il mondo sanitario è saper trarre vantaggio da queste enormi quantità di datidestrutturati tra di loro.


    Per poter trarre questo vantaggio la tecnologia offre una soluzione detta Big Data Analysis, che permette, infatti, la gestione di grandi quantità di dati di natura diversa e provenienti da fonti diverse. I vantaggi che ne conseguono sono molteplici, ma in particolare si possono annoverare alcuni tra i principali: il miglioramento delle cure offerte ai pazienti attraverso lo sviluppo di piani terapeutici personalizzati; una maggiore efficacia delle cure mediche e maggiori record da parte della ricerca scientifica.Il Sistema Sanitario Nazionale potrà così analizzare al meglio il rapporto costi-benefici di ogni terapia e trarre il massimo vantaggio in termini di sviluppo delle conoscenze mediche dai trial clinici. All' auditorium del ministero della Salute si e' svolto un interessante incontro al quale hanno preso parte esperti del settore della tecnologia informatica e della digitalizzazione applicata alla sanita'; Massimo Casciello,

    Direttore generale Digitalizzazione Ministero della Salute; · Claudio Bassoli, Vice Presidente Hewlett Packard Enterprise Italia; Walter Ricciardi, Presidente Istituto Superiore Sanità 15:30 Case Study; Toby

    Bloom, Direttore scientifico New York Genomic Centre 15:50 Tavola Rotonda “Data Driven Healthcare: i dati al servizio di cittadini e operatori sanitari”; Gregorio Cosentino, Esperto in sanità digitale;

    Enrico Salvatori, Big Data manager Hewlett Packard Enterprise; Alessandro Campana, Health Business Manager EMEA Accenture; Antonio M. Giorgi, Health Care Data Architect Skymedia/Engineering; Loredana

    Mancini, Responsabile progetto VisiOn Horizon2020 - Privacy in Healthcare; Luca Mazzarella, Fondazione Istituto Europeo di Oncologia· Andrea De Martino, Human Genetics Foundation. Ha moderato i lavori

    Giuseppe Greco, Segretario Generale ISIMM che ha organizzato l'evento.

      ''La sanitaà è un grandissimo generatore di numeri – ha sottolineato Antonio Giorgi di Sky Media la societa' italiana che insieme alla Hewlett Packard e ad Engineering hanno supportato l'importante incontro romano - sui quali oggi si fanno analisi di tipo quantitativo. Esiste la parte più squisitamente clinica che e' il classico referto medico. Come Sky Media, e ne siamo orgogliosi, siamo detentori di alcuni brevetti nella ricerca semantica. Noi forse abbiamo la presunzione di aver sviluppato un modello di analisi che sappia dialogare con il personae medico. Possiamo dare risposte  in pochi secondi attingendo a milioni di cartelle cliniche  ha precisato Giorgi -  e arrivare a una stima reale della domanda di servizi di salute da poter modulare l'offerta. La semantica e' una forma di supporto alla ricerca scientifica''.''La piattaforma da noi realizzata - ha spiegato Danilo Lucangeli Ceo di Sky Media -  si poggia su un modello innovativo di warehousing dei dati e di analisi di tipo Big Data basato su un insieme di tecnologie tradizionali e NoSQLcosolidato e collaudato in più progetti. Lo scopo principale è quello di utilizzare al massimo i dati  raccolti dai numerosissimierogatori di servizi di salute, si strutturati che semi o non strutturati. Ovviamente differenti componenti tecnologiche trattano i dati nel caso che essi siano strutturati o meno. In particolare per il trattamento dei dati non strutturati la piattaforma sfrutta un approccio di ranking e pesatura delle fonti protetto da due brevetti di Skymedia. Obiettivo principale ma non unico è la ricostruzione trasversale della storia di salute di ogni singolo cittadino e quindi di ogni aggregazione superiore arbitrariamente identificata (clusters).Particolare attenzione è stata data alla ricostruzione degli eventi ospedalieri poiché durante la fase acuta di cura si intensificano gli eventi traccianti del percorso di salute del cittadino''. Skymedia è partner attiva di Hewlett-Packard Enterprise  ed Engineering spa e ha realizzato già due    brevetti ed un terzo in itinere nell’ambito della intelligenza artificiale Exs2  ( expert support systemes) ) e big data   che di fatto rappresentano  un  modello innovativo di warehousing dei dati e di analisi di tipo Big Data basato su un insieme di tecnologie. Gliutilizzi della  piattaforma ( protetta da  brevetti industriali) potranno aiutare i medici nelmiglioramento delle cure mediche e contenere parimenti i costi in Sanità.