Top

Acquario di Genova: il Padiglione Cetacei di Renzo Piano

L'architetto Renzo Piano ha progettato il nuovo Padiglione Cetacei dell'Acquario di Genova.

<picture> Acquario di Genova: il Padiglione Cetacei di Renzo Piano </picture>

Latitudes

27 Settembre 2013


Preroll

OutStream Desktop
Top right Mobile

di [url”Maddalena De Bernardi”]http://www.latitudeslife.com/chi-siamo/maddalena-de-bernardi/[/url]

Middle placement Mobile

L’Acquario di Genova lo scorso luglio ha festeggiato il nuovo Padiglione Cetacei insieme a Marco Nereo Rotelli, architetto e artista impegnato in una serie di ricerche sulla dimensione della luce, che ha curato l’intero progetto delle celebrazioni.

Dynamic 1

La nuova struttura di cui fa parte il Padiglione Cetacei è stata progettata da [url”Renzo Piano”]http://www.latitudeslife.com/tag/design/[/url]. Il padiglione, che ospiterà i delfini, è posizionato tra la Grande Nave Blu e il corpo principale dell’Acquario, collegato alle strutture appartenenti all’Area Porto Antico grazie alla limpida leggerezza del vetro.

Renzo Piano, nato a Genova il 14 settembre 1937, ha recuperato gli spazi del Porto Antico, i Magazzini del Cotone e l’antico Palazzo Millo, insieme agli edifici seicenteschi: sette piani per una lunghezza di 94 metri nel cuore del Porto Antico, due livelli espositivi, 28 metri di larghezza e 23 di altezza; le quattro vasche dedicate ai delfini progettate dal celebre architetto rappresenteranno la Liguria in occasione dell’Expo 2015 parlando di una città Genova, capace di unire passato e presente in un ponte sul tempo. Da non perdere l’insolita prospettiva di [url”Genova”]http://www.latitudeslife.com/tag/genova[/url] dall’altezza di Bigo, l’ascensore panoramico costruito nel 1992 da Renzo Piano in occasione delle manifestazioni del capoluogo ligure per i 500 anni della scoperta dell’America.

Dynamic 2

L’ampia vetrata del nuovo Padiglione Cetacei, situata tre metri sopra il livello del mare, separa l’orizzonte azzurro da quattro vasche a cielo aperto, che comprendono la vasca espositiva principale, vasca medica e vasca curatoriale, oltre a una nursery. Il percorso sviluppa, infatti, due livelli espositivi: uno vi permetterà di seguire le evoluzioni dei delfini dall’alto, l’altro vi immergerà nel mondo subacqueo.
Betty, Robin e Mia proprio in questa fine estate sono passati dalla nursery alla vasca principale, dove nuotano immersi in oltre 3 milioni di litri d’acqua: di chi stiamo parlando? Tre simpatici delfini che non mancherete di vedere se siete di passaggio nella superba struttura dell’Acquario di Genova.
Un luogo capace di affascinare i più piccoli. E non solo.

Info: [url”Acquario di Genova”]http://www.acquariodigenova.it[/url]

Dynamic 3

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage