Top

Cancro alla prostata, no all'impotenza con il Viagra

Uno studio americano dimostra che assumere una certa dose del farmaco prima e dopo la radioterapia aiuta i pazienti a mantenere le funzionalità sessuali.

<picture> Cancro alla prostata, no all'impotenza con il Viagra </picture>

Desk

30 Ottobre 2012


Preroll

Uno studio del
Memorial Sloan-Kettering’s Cancer Center ha dimostrato che assumere una dose di Viagra prima e dopo la radioterapia, aiuta i malati di cancro alla prostata a proteggersi dagli effetti collaterali della cura sulle proprie funzionalità sessuali. Capita spesso, infatti, che la radioterapia provochi impotenza.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Lo studio, che è stato parzialmente finanziato dalla casa farmaceutica Pfizer, produttrice del Viagra, potrebbe dare qualche speranza alle persone che si stanno curando per questo tipo di cancro, e che non hanno altre mestastasi.

Middle placement Mobile

Alcuni pazienti sono stati
invitati ad assumere 50 milligrammi al giorno di Viagra, altri
un placebo durante la radioterapia e sei mesi dopo il
trattamento. I soggetti hanno compilato un questionario
circa la loro funzione sessuale durante il trattamento e dopo
6, 12 e 24 mesi. “Gli uomini che hanno ricevuto il farmaco – ha
detto Michael Zelefsky, vicepresidente per i programmi di
ricerca clinica del reparto di oncologia del Memorial
Sloan-Kettering’s Cancer Center e autore dello studio. “I
riaultati sono importanti perché dimostrano che la terapia
farmacologica utilizzata prima e dopo il trattamento con
radiazioni- ha aggiunto – può ridurre il rischio di impotenza,
un effetto collaterale comune della radioterapia”.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage