Top

La bellezza amara e gli asini

Mentre la rivoluzione liberale è in atto, parte la musica del tuca tuca. Il deleterio non se ne va, dice il mio vicino d'ombrellone. E se anche se ne andasse....

La bellezza amara e gli asini

Manigas

6 Agosto 2011 - 16.47


Preroll

OutStream Desktop
Top right Mobile

Mentre seduto sul bagnasciuga sento l’acqua del mare sciacquettare come sempre, penso al nostro paese disperato e senza rotta che mentre affonda nella melma del disdoro e della crisi se la canta allegramente. Come il ragazzetto dell’animazione dello stabilimento balneare che zompetta e convince le signore a ballare il tuca tuca.

Middle placement Mobile

E’ la famosa rivoluzione liberale. Non ci sono dubbi. Si tratta dell’effetto meraviglioso e felice che il deleterio ha costruito ad arte, grazie agni ignobili e ai fintoni. Grazie alla massa pavida capace di arraffarsi un centimetro di niente, ma gratis, basta che si possa sottrarre al vicino. Così mentre gli arraffoni del niente si godono la rivoluzione liberale, gli arraffoni del tutto, si scippano anche le briciole.

Dynamic 1

Una situazione perfetta. Se non fosse che una volta arrivati al fondo si dovrà anche ricominciare da qualche parte. Non certo dai Bondi, dai Cicchitto, dal codazzo di ex magistrati ed ex ufficiali della Guardia di Finanza al seguito del deleterio. E non certo da chi ha permesso che il paese scivolasse lentamente in questo mare di melma. Per incuria, per mancanza di rotta politica, per mancanza di etica e di idee.

Pensieri assolati di quasi mezza estate. Rimpiangendo un governo balneare, le belle crisi al buio di una volta (almeno si risparmiava sulla corrente), i democristiani che non erano ancora nel Pd, i socialisti con i vestiti grigi lucidi, che non erano ancora a destra con il deleterio. I comunisti che c’erano.

Dynamic 2

Resisto e mi astengo. Non discuterò di politica con il vicino di ombrellone, anche se lui vorrebbe farlo e sfoglia rumorosamente Il Fatto. Resisto e leggo Rimbaud. La bellezza amara che salverà questo mondo di asini. E non accetto provocazioni, neanche che la giovane fidanzata del vicino che legge Il Fatto si offra per una partita a racchettoni. Resisterò.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage