Zerocalcare più noir del solito: ritorna in libreria con “Scheletri”

Un thriller in una Roma dai toni cupi, dove il protagonista, poco più che diciottenne, viene a contatto con il fitto sottobosco degli spacciatori della periferia

La copertina di "Scheletri" di Zero Calcare

La copertina di "Scheletri" di Zero Calcare

redazione 19 ottobre 2020Culture
Zerocalcare è tornato in libreria con una nuova storia da raccontare: dal 15 ottobre è infatti disponibile il suo romanzo grafico Scheletri, edito da BAO Publishig, la casa editrice con cui ha da sempre collaborato per la pubblicazione delle sue opere. Diversamente dalle precedenti, Scheletri è progetto del tutto nuovo, dove il disegnatore romano ha sperimentato un percorso inusuale dal suo solito e si è lasciato andare a tendenze più cupe e a toni più oscuri.

È l’elemento noir la novità, nonché il filo conduttore di questa nuova storia: Scheletri è infatti un thriller ambientato in una Roma “tetra”, dove si muove Zerocalcare che, poco più che diciottenne, viene a contatto con il fitto sottobosco degli spacciatori della periferia romana.

Dalla sinossi ufficiale del volume si legge: “Diciotto anni, e una bugia ingombrante: Zero ogni mattina dice alla mamma che va all’università, ma in realtà passa cinque ore seduto in metropolitana, da capolinea a capolinea. È così che fa la conoscenza di Arloc, un ragazzo un poco più piccolo di lui che ha altri motivi per voler perdere le sue giornate in un vagone della metro B di Roma. Man mano che la loro amicizia si fa più profonda, le ombre nella vita e nella psiche di Arloc si fondano con le tenebre del mondo dello spaccio di droga della periferia romana”.