L'accusa dei curdo-siriani: la Turchia usa elicotteri italiani nella guerra di Afrin

Secondo quanto denunciato dall'Ygp si tratta dei A-129 Mangusta prodotti su licenza Leonardo. Un video dal fronte

Combattenti curdo-siriani

Combattenti curdo-siriani

globalist 27 gennaio 2018

L’accusa viene direttamente dai curdo-siriani del Ypg che in queste ore stanno respingendo l’offensiva dell’esercito turco nell’enclave di Afrin. I militari di Erdogan hanno utilizzato elicotteri di fabbricazione italiana e, in particolare, i T-129 Atak cioè A-129 Agusta Mangusta prodotti su licenza Leonardo.
I combattenti dell’Ypg hanno diffuso anche un video in cui si vedono gli elicotteri mentre si sentono gli spari delle loro mitragliatrici.
In un altro report, poi, sempre i curdo-siriani hanno affermato di aver respinto un attacco turco appoggiato dagli elicotteri Cobra (di fabbricazione statunitense) a Tel Kafri ,nella zona di Rajo.
Se confermata la notizia dell’uso di elicotteri di fabbricazione italiana farebbe il paio con i carri armati di fabbricazione tedesca che Erdogan ha usato nell’offensiva di Afrin.
Del resto la Turchia è un (bene armato) membro della Nato e tanti fanno spallucce.