Dopo 32 giorni Alexey Navalny è salvo: dimesso dall'ospedale di Berlino

Lʼoppositore russo, dopo il presunto avvelenamento avvenuto a Tomsk, è stato ricoverato per 32 giorni

Alexey Navalny

Alexey Navalny

globalist 23 settembre 2020
Il leader dell'opposizione russa Alexey Navalny è stato dimesso dall'ospedale la Charité di Berlino, dove era stato ricoverato dopo il presunto avvelenamento a Tomsk. Secondo i medici, una completa guarigione è "possibile". L'oppositore russo è stato dimesso dopo un ricovero durato 32 giorni.
"Lo stato di salute del paziente è migliorato - hanno spiegato ancora i dottori che lo avevano in cura - a tal punto che le cure mediche sono state interrotte". In un comunicato l'ospedale ha sottolineato che le possibili conseguenze a lungo termine non possono però ancora essere valutate.