Il tribunale internazionale: "Inaccettabili le sanzioni Usa imposte ai nostri giudici"

Lo ha dichiarato il presidente dell'Assemblea degli Stati membri del Tpi, O-Gon Kwon: "Un tentativo di indebolire chi cerca di combattere l'impunità di chi commette atrocità di massa''.

Tribunale penale internazionale

Tribunale penale internazionale

globalist 2 settembre 2020
Il Tribunale penale internazionale ha definito ''inaccetabili'' e ''senza precedenti'' le sanzioni imposte dagli Stati Uniti nei confronti del procuratore capo della Corte Fatou Bensouda. Lo ha dichiarato il presidente dell'Assemblea degli Stati membri del Tpi, O-Gon Kwon, affermando che si tratta di ''un tentativo di indebolire chi cerca di combattere l'impunità di chi commette atrocità di massa''.
''La Corte è un'istituzione giudiziaria indipendente e imparziale'', ha aggiunto.
Le sanzioni sono state annunciate dal Segretario di Stato Usa Mike Pompeo, che ha accusato la Corte di "tentativi illegittimi di sottoporre gli americani alla sua giurisdizione". Il riferimento è a un'indagine aperta dalla corte su presunti crimini di guerra compiuti da militari americani in Afghanistan. Nel mirino delle sanzioni americane anche Phakiso Mochochoko, il capo della divisione giurisdizione, complementarità e cooperazione.