Top

Erdogan vuole invadere di più: "La Turchia potrebbe espandere la zona sicura"

Dopo aver ottenuto un'area del nord della Siria dove sostituire i curdi con profughi arabo-siriani il Sultano non si accontenta

Un soldato turco nel nord della Siria
Un soldato turco nel nord della Siria

globalist

30 Ottobre 2019 - 14.06


Preroll

Nazionalismo, prepotenza e la sicurezza di avere a tutti gli effetti l’appoggio di Putin e Trump.
Così ha lanciato un altro segnale bellicoso: se necessario, la Turchia espanderà la zona sicura nel nord-est della Siria, dove l’esercito di Ankara ha lanciato una vasta offensiva per ripulirla dalle forze curde siriane definite da Ankara “terroriste”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Lo ha detto oggi il presidente turco, Recep Tayyib Erdogan, come hanno riportato media ufficiali turchi.
“Daremo una risposta drastica a qualsiasi attacco proveniente dall’esterno della zona sicura (nel nord-est della Siria] e, se necessario, amplieremo la nostra area sicura”, ha dichiarato Erdogan parlando al gruppo parlamentare del suo partito come ha riferito l’agenzia di stampa Anadolu.
Erdogan ha anche affermato che “quasi 700 attacchi contro la Turchia sono stati perpetrati da terroristi all’estero, soprattutto in Europa”, da quando l’esercito di Ankara ha lanciato lo scorso 9 ottobre un’operazione militare nel Nord-est siriano denominata “Fonte di Pace”.
Secondo Erdogan, nel corso della sua offensiva la Turchia “ha bonificato 558 insediamenti in un’area di 4.200 chilometri quadrati neutralizzando oltre 900 terroristi”.
In questa “nuova guerra di indipendenza”, la Turchia sta camminando “passo dopo passo” verso la vittoria, ha rimarcato Erdogan.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage