Top

Usa-Turchia: accordo capestro contro i curdi per 5 giorni di tregua

Pence ha spiegato che Erdogan otterrà una zona di sicurezza concordata con gli Usa di circa 32 km oltre il suo confine con la Siria. Si legittima l'occupazione

Pence e Erdogan
Pence e Erdogan

globalist

17 Ottobre 2019 - 19.34


Preroll

Un trionfo come dice Trump? Non è detto. Perché la situazione sul campo è cambiata, sono arrivate le truppe di Damasco con i russi e non è detto che i curdi accettino le condizioni-capestro di Erdogan.
Il vicepresidente americano Mike Pence ha annunciato una tregua di cinque giorni nel nord-est della Siria, dove la Turchia ha messo in atto la sua offensiva militare contro i combattenti curdi. La decisione, presa dopo un incontro tra Pence e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, consentirà ai curdi di ritirarsi verso aree sicure. Le sanzioni americane ad Ankara, invece, restano “finché il cessate il fuoco non sarò permanente”.
Pence ha quindi spiegato che la Turchia otterrà una zona di sicurezza concordata con gli Usa di circa 32 km oltre il suo confine con la Siria.
 Dopo l’annuncio dell’accordo, Trump ha esultato su Twitter: “Grandi novità dalla Turchia – ha scritto -. Grazie al presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Milioni di vite saranno salvate!”.
 La Turchia, però, per bocca del il ministro degli Esteri Mevlut Cavusoglu, si è affrettata a specificare che l’accordo con gli Usa costituisce una semplice “pausa” delle operazioni militari in Siria: lo stop si trasformerà in una fine definitiva dell’offensiva solo se i curdi si ritireranno interamente.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage