La Lega Araba accusa la Turchia: "Invasione a aggressione contro uno stato sovrano"

Il segretario generale Ahmed Abul Gheit: "Riteniamo la Turchia totalmente responsabile per tutte le conseguenze umanitarie e di sicurezza derivanti da questa pericolosa aggressione".

Attacco dei turchi contro i curdi nel nord della Siria

Attacco dei turchi contro i curdi nel nord della Siria

globalist 12 ottobre 2019

"Un'invasione del territorio di uno Stato arabo e un'aggressione contro la sua sovranità". Il segretario generale della Lega Araba, Ahmed Abul Gheit, ha descritto così l'operazione militare lanciata dalla Turchia nel nord della Siria.


Lo ha riferito la tv satellitare al-Jazeera.



"Chiediamo alla comunità internazionale di assumersi le sue responsabilità davanti a questa minaccia alla sicurezza mondiale - ha detto Abul Gheit, parlando in occasione della riunione d'emergenza dei ministri degli Esteri dei Paesi della Lega araba sull'operazione turca in Siria - Riteniamo la Turchia totalmente responsabile per tutte le conseguenze umanitarie e di sicurezza derivanti da questa pericolosa aggressione". Il diplomatico egiziano ha poi avvertito che l'azione turca "provocherà nuove crisi e altri profughi", indebolendo i risultati fin qui raggiunti nella lotta contro l'Isis.
I ministri degli Esteri riuniti al Cairo hanno dal canto loro condannato l'''aggressione" turca, che rappresenta "una violazione palese" della sovranità siriana, invocando un immediato cessate il fuoco. E hanno chiesto alla comunità internazionale ed al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di fare pressione su Ankara perché ritiri le truppe dal territorio siriano.